MILANO DA LEGGERE

 

Presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7, si svolge il Convegno letterario "Milano da Leggere", giunto ormai alla sua terza edizione.


Il Convegno, promosso dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e dall'ADI-SD (Associazione degli italianisti), è rivolto ai docenti di materie letterarie degli Istituti secondari di ogni grado, ma anche a curiosi e amanti della letteratura e della poesia.


Un convegno per dar vita a un laboratorio di esperienze comuni fra ricerca universitaria e scuola secondaria, nell’ambito della didattica dell’italiano.

 

Un convegno per proporre un aggiornamento disciplinare, interpretazioni critiche nuove, che incrementino le abilità di programmazione suggerendo percorsi didattici innovativi .

Per facilitare un dibattito costruttivo tra docenti di diverso ordinamento.

Per condividere non solo il “ mestiere” ma le problematiche.

 

Perché “MILANO” letta, ascoltata, filmata, criticata da grandi autori ?

 

Il convegno propone un taglio didattico: partendo dalla conoscenza specifica di artisti che hanno parlato di Milano, lo studio va ad abbracciare la storia letteraria e la nostra cultura, creando un modello di lavoro spendibile nelle classi di ogni ordine e grado.

 

Professori universitari propongono tematiche fruibili da docenti e da studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori, utili come aggiornamento ed approfondimento.

 

Considerata l'importanza e il taglio multidisciplinare dei temi trattati e il possibile utilizzo in sede di Esami di Stato, l'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e l'ADI aprono la partecipazione a una o più sessioni anche a studenti dell'ultimo anno delle superiori, previa iscrizione operata dal docente. Agli studenti partecipanti verrà rilasciata una certificazione valida ai fini del credito formativo.

 

Gli Atti del Convegno ogni anno sono raccolti in un volume ed inviati a tutti i partecipanti e ai Dirigenti Scolastici.

 

Scopi e finalità del promotore:
L'ADI-SD

è una associazione professionale degli italianisti della scuola, non ha fini di lucro e si propone di:

 

- dar vita a un laboratorio di esperienze comuni fra ricerca universitaria e scuola secondaria in ambito di didattica dell'italiano (lingua e letteratura);

- partecipare attivamente e criticamente al processo di riforma degli ordinamenti scolastici con riferimento specifico alle problematiche dell'educazione linguistica e letteraria;

- predisporre uno strumento di coordinamento e di cooperazione per la realizzazione di progetti ed esperienze di aggiornamento e di formazione permanente dell'insegnante;

- raccordare nell'ambito delle scuole di specializzazione finalizzate all'insegnamento delle materie letterarie attivita formativa e dinamica dei bisogni di formazione emergenti dall'universita e dalla scuole.

 

II promotore è soggetto qualificato presso il Ministero e opera a livello nazionale con diverse sedi periferiche in tutta Italia.


Utenti: docenti di lettere della scuola media superiore ed inferiore
Sede: Università Statale di Milano
Progettazione e coordinamento: Barbara Peroni del Direttivo Nazionale ADI


Obiettivi :
- contribuire a uno scambio di sinergia tra professori universitari e docenti delle scuola media;
- fornire ai docenti un aggiornamento disciplinare e interpretazioni critiche nuove;
- facilitare un dibattito costruttivo tra docenti di diverso ordinamento;
- incrementare le abilità di programmazione suggerendo percorsi didattici innovativi.


Metodologia:
- relazioni frontali (45 minuti ciascuna)
- dibattiti e discussioni

 
   

 

 
 
  universita